è settembre

alla fine domenica tutto ok: anzi, bene. ho un nuovo amico che ha sette anni e si chiama Andrea. l’ho conquistato con il pollice di ferro e è finita che mi rincorreva per la stanza. fa pure judo, il piccoletto, meglio non lasciarlo scatenare troppo… i genitori mi hanno invitato a casa per settembre. secondo me mi vogliono trasformare in baby sitter e mi chiudono in casa con lui per almeno tre giorni. i tre giorni per cui mi hanno invitata, intendo.
 
insomma, è settembre, le giornate sono più fresche e le notti più fredde (e infatti già sono mezza raffreddata. basta, si chiude la finestra e si rimette il pigiama completo.)
eh già, è settembre. il mese della scuola. mese strano, quest’anno per me diverso da tutti quelli che riesco a ricordare. nella mia memoria non c’è un settembre privo dell’ansia del primo giorno di scuola.
e allora dovrei essere almeno un po’ preoccupata, per quello che mi sta vendendo incontro (o a cui sto andando incontro io) o lasciarmi andare a quella sensazione di indifferenza pensierosa in cui scivolo fin troppo spesso? una terza opzione non c’è?
 

buoipesto

 
 
 Ci han concesso solo una vita
Soddisfatti o no qua non rimborsano mai

E calendari a chiederci se
stiamo prendendo abbastanza abbastanza
Se per ogni sbaglio avessi mille lire
Che vecchiaia che passerei

Strade troppo strette e diritte
Per chi vuol cambiar rotta oppure sdraiarsi un po’
Che andare va bene pero’
A volte serve un motivo, un motivo
Certi giorni ci chiediamo e’ tutto qui?
E la risposta e’ sempre si’
Non e’ tempo per noi che non ci svegliamo mai
Abbiam sogni pero’ troppo grandi e belli sai
Belli o brutti abbiam facce che pero’ non cambian mai
Non e’ tempo per noi e forse non lo sara’ mai
Se un bel giorno passi di qua
lasciati amare e poi scordati svelta di me
che quel giorno e’ gia’ buono per amare qualchedun’altro
qualche altro
dicono che noi ci stiamo buttando via
ma siam bravi a raccoglierci
Non e’ tempo per noi che non ci adeguiamo mai
Fuorimoda, fuoriposto, insomma sempre fuori dai
Abbiam donne pazienti rassegnate ai nostri guai
Non e’ tempo per noi e forse non lo sara’ mai
Non e’ tempo per noi che non vestiamo come voi
Non ridiamo, non piangiamo, non amiamo come voi
Forse ingenui o testardi
Poco furbi casomai
Non e’ tempo per noi e forse non lo sara’ mai

 

Luciano Ligabue – Non è tempo per noi


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...