l’ennesimo ritorno

 
Rieccomi qui dopo tre giorni trascorsi a casa di parenti in quel di Viterbo, anzi di Fabrica di Roma, ma insomma lì da quelle parti. e dato che l’ho fatto con Raffaella, metto l’annuncio pure per Patrizia, che…………… aspetta un bimbo (o una bimba) anche lei!!!!! che arriverà tra noi a maggio e ovviamente non vedono(iamo) l’ora.
 
è bellissimo andare in giro per il paese con una coppia che ancora non ha detto a nessuno della novità e quindi lo sta facendo proprio in quei giorni. fa ridere vedere un uomo che è contento quando la moglie si sente male, perchè significa che è tutto come deve essere. fa tenerezza vedere un bambino di sette anni che parla col "piccoletto" nella pancia, ma a bassa voce, che è un segreto. che vorrebbe un fratellino per giocare, ma se è femmina, insomma, va bene lo stesso.
una futura mamma è bellissima, ma avete mai visto quanto brillano gli occhi di un futuro papà?
insomma, auguri a Mario e a Patrizia e soprattutto grazie a tutti e due per avermi coccolato questi giorni (per dire, ditemi che uno che ti fa la treccia al forno con la crema pasticcera a colazione e soprattutto aspetta che ti alzi per infornarla non è un uomo da sposare. no, ditemelo.)
e un saluto speciale al piccolo Andrea che come tutti quelli della sua età è praticamente instacabile. mi raccomando, continua a prendere tanti bravissimo barra nove a scuola.
 
e ora veniamo all’incontro leggendario con Elena e Mario che mi hanno mostrato le meraviglie di Viterbo, università compresa. celeberrima la struttura tipica della città, il mitico proffèrlo, e udite udite abbiamo pure beccato aperta la Loggia dei Papi con tutto il panorama di Valle Faul e Piazza del Sacrario.
un grazie speciale alle piazze con le caratteristiche fontane a fuso, a Piazza delle Erbe, al bar dell’aperitivo analcolico, alla guida disinvolta di Mario, alla biblioteca dell’università ovvero il labirinto del Nome della Rosa e al chiostro sempre stile Nome della Rosa, al museo delle macchine di Santa Rosa, al talento di guida turistica di Elena (che fa di cognome De Rosa. ma quante rose a Viterbo!), a spizzico dell’ipercoop, e ovviamente al treno per il ritorno a Fabrica!!!
 
no perchè non sapete che, oltre ai sedili di legno e al bagno da film dell’orrore, e al fatto che per coprire una distanza di neanche 50 chilometri ci mette un’ora, il treno s’era pure fermato. in mezzo a una curva e con i rovi più alti dei vagoni. nel silenzio quasi totale. mentre mi chiedevo se era meglio mettermi a pregare o andare a strozzare il capotreno o comecavolosichiama, è ripartito. insomma, il fatto è che stava per entrare in una stazione col doppio binario in cui c’era la coincidenza che stava entrando in quel momento e quindi ha aspettato l’altro treno. una cosa normalissima che mi è successa innumerevoli volte anche a rieti, solo che non potevo saperlo dato che avevo la visuale un tantino coperta.
per non parlare del fatto che stavo per saltare la stazione dove dovevo scendere. quando uno è tonto è tonto.
il vagone ha meritato una foto di Mario (e poi anche una mia), che ha fotografato anche me affacciata dal finestrino dall’evocativa scritta"Ho voglia di the" da cui è tratto il titolo di un post del blog di Elena. il biglietto mai vidimato (non c’era la macchinetta) rimarrà a perenne memoria dell’avventura.
 
che è stato un evento memorabile anche perchè finalmente ho rivisto Mario dopo il mio primo Tonezza!!! e era ora!!! e per di più, chi non lo ha provato non può sapere, insieme a Elena!!! quei due insieme potebbero condurre Zelig XD
grazie belli!!!
 
 
 
….e ora mi ascolto un po’ di Alan Parsons, recente scoperta di cui ringrazio Mario (quello che aspetta il bambino, non il pazzo zen -_-)
 
XD
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...