Matrimoni & Co.

Tra due giorni qui si terrà il matrimonio più dantesco dell’anno: si sposano Paolo e Francesca.
Ma in questo caso io non declamo versi nè decoro tavolate: io attualmente pulisco i vetri. E le tende. E faccio la pasta (cioè la macchina per fare la pasta fa il lavoro suo e fa la pasta, io mi limito a metterci farinauovaunpo’d’acqua e poi a estrarre il prodotto finito.)
Dicevo, faccio queste cose qua. E chissà cos’altro.
Nel frattempo, qui è improvvisamente diventato inverno (vado in giro con la felpa…) e Mira (il cane) si diverte a giocare a nascondino e prendermi alle spalle.
Giuro, lo fa.
Mia sorella si gode l’ultimo giorno di vacanza in Calabria e io guardo da lontano il libro di letteratura contemporanea.
Chissenefrega. A me i matrimoni piacciono. Ma soltanto quando non sono invitata. Cioè, essere invitata a un matrimonio di solito è una gran noia, intesa in tutte le accezioni (cioè sia come rottura di scatole che come sonnifero naturale). E il vestito, e i capelli, e chissà ndo sta la chiesa bisogna parti’ 5 giorni prima, il regalo poi è una tragedia, il ristorante è un casino arrivi alle 3 del pomeriggio che mangeresti un bue dato che gli sposi stanno facendo le foto e alle otto di sera ancora stai seduta, circondata da parenti che neanche pensavi di avere e con il mal di piedi sicuro perchè che fai, non te lo metti il tacco? Eccetera. E questo non è niente. Certo, a meno che non sia il matrimonio di una persona speciale per cui sarà speciale pure l’evento.
Ma in linea di massima io i matrimoni preferisco vederli da quest’altra parte della barricata (e questo dipende forse dal fatto che in genere io non servo a tavola, ma sto in cucina o comunque più dietro le quinte possibile…forse gli altri camerieri non sarebbero d’accordo.)
A me piacciono tutte quelle cose che apparentemente avrebbero una gran puzza di lavoro, tipo alzarsi presto per allestire la sala, lucidare piatti e posate, sistemare i tavoli, preparare tutto insomma. Ok, queste cose non hanno solo la puzza, e neanche si limitano a sapere di lavoro, sono proprio lavoro. Però mi piace l’atmosfera, anche perchè in queste occasioni siamo sempre in tanti e ci divertiamo. Io sono nel mio elemento quando prendo la macchina fotografica e scatto foto all’impazzata con la scusa che servono per il locale.
Certo poi quando arriva il momento di lavare piatti e pulire la cucina l’entusiasmo se n’è andato da un pezzo…però c’è sempre la fetta di torta a scrocco XD
Questo in teoria vale per tutte le cerimonie, ma la verità è che i matrimoni sono più belli.
E a proposito, c’è ancora da fare. Questa volta abbiamo anche i tavoli rotondi e scatterò una pila di foto alta quanto me. Muamua!!
Ok vengo mamma, vengo 😀
Annunci

Un pensiero riguardo “Matrimoni & Co.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...