Oggi è caduta una quercia.

O meglio, stanotte. Il cadavere è stato ritrovato questa mattina da me e mia sorella mentre uscivamo. Trattasi di una quercia quantomeno centenaria che è stata una fortuna che non sia caduta sulla chiesetta, perchè era proprio lì vicino. Grande, enorme, apparentemente la solidità fatta albero, come tutte le querce. Non riusciamo a spiegarci perchè: forse il terreno, dato che si trovava quasi sull’orlo di un declivo a cui era stata aggiunta terra ormai parecchi anni fa. Non avevamo idea che il posto potesse non essere stabile: probabilmente la pianta è cresciuta fino a diventare troppo pesate e si è sbilanciata. Guardarla è stata uno strazio: rami grandi il doppo di me spezzati, era talmente enorme che ha travolto nella caduta quelli di alcune querce vicine. Deve aver fatto un botto niente male. Le radici si sono tranciate, sono rimaste incastrate nella terra: si è aperta una voragine che ha tutta l’aria di poter portare al centro del mondo.
Che tristezza vedere un gigante spezzato. Per di più, quella è una quercia speciale: accanto a lei c’era la fontanella in pietra (andata ora a gambe all’aria, ovviamente; addio angolino suggestivo) che si vede anche nelle foto di matrimonio di mamma e papà. Una delle nostre preferite, insomma. E il colmo è che era viva, con le foglie d’oro bellissime, il tronco grande e appena coperto di muschio, senza parassiti nè edera, alta e forte, apparentemente giovane e eterna.
Apparentemente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...