La finestra di fronte

Vicino alla finestra a Roma, stendo le lenzuola appena lavate sullo stendino minuscolo, proporzionato alle dimensioni dell’appartamento. Finestra e tende spalancate per facilitare l’asciugatura.

“Che dici, glielo chiedo? Quasi quasi glielo chiedo.”

Boh, sarà una che parla giù in strada, a volte capita che si senta fin qui al secondo piano.

“Vabbè glielo chiedo dai. Scusi signora? Signora?”

Però parla forte, eh.

“Signora scusi, dico a lei! Signora??”

Ma che se strilla questa?

“Signora scusi!”

Mi giro e guardo fuori: è una tizia  affacciata ad una finestra del palazzo di fronte e sta parlando con me.

“Scusi signora, le volevo chiedere una cortesia!”

“Ehr.. dica.”

Oddio mo questa che vole?

“Senta, dato che abbiamo cambiato le tende, no, non è che si vede l’interno? Lei lo vede?”

“Eh no no.”

“Sicura? Perchè da dentro non si vede, però da fuori…”

“No guardi non si vede niente…”

“Sicura allora eh? Non si vede?”

“No guardi, a posto”

“A va bene grazie, grazie molte eh!”

“Prego, prego…”

Amore allora, hai sentito? Gliel’ho chiesto, ha detto che non si vede niente!”

Sono rimasta almeno un altro minuto ferma con le lenzuola in mano dopo questa conversazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...