Bloggomondo

Sono andata a leggere un blog, lì ho trovato il link per un altro blog, poi un altro, poi lì ho letto il commento di un utente e ho detto toh, sto nome non mi è nuovo, l’ho cliccato, sono andata in un blog e da lì in un altro blog e, surprise!, era uno di quelli che leggo abitualmente.

Quindi in conclusione o esistono solo dieci blog in Italia che si leggono tra loro oppure c’è un complotto contro di me.

Se mi capita di nuovo è ufficiale: ho il cervello a chiocciola.

Annunci

7 pensieri riguardo “Bloggomondo

  1. Il tuo viaggio mentale è notevole, e pensa che intravedo anche margini di miglioramento. Pensa.
    Certo forse se fossi un po’ più introspettiva la cosa si farebbe decisamente più interessante. Una tizia mi disse che voleva scrivere un monologo così io gli ho detto dove iniziarlo e ora lo voglio scrivere perchè so che un giorno non riconoscerò quello che penso ma forse è duttile unire la pratica all’infallibile testimonianza nei secoli che verranno quando sarà estinto il desiderio mentre ora il solco è stretto e non si chiava neanche a dai ebbene credo che non si debba capire che non sia chiaro alla massa è un po’ il must ma neanche a me se non ricordo l’essere quindi vorrei capire come e se potrò intanto ringrazio l’inaspettevole dolcezza e la sbadata distrazione passo a sbloccare obiettivi a misura d’uomo senza progredire nella catena e suffisso in un agglomerato di frasi ristagnanti quando un cielo mio marito può essere infinito rimango immobile davanti non credo nel modo di e per e con e su la mia compagna di banco forse non è tutto così scontato.

  2. Ma non saresti la sola; credo che tutti istintivamente andiamo a cercare – e leggere o guardare – le cose che più sono in sintonia con la nostra personalità…

  3. Questo senza dubbio. Ma i miei viaggi virtuali tra i blog mi portano da un punto a un altro, che reputo abbastanza lontano, attraverso l’arabesco anziché la linea retta… insomma, la cosa mi perplime.
    Come quando mi sono praticamente scontrata in una piazza di Barcellona con un tizio della mia città che conoscevo, roba che se passava due metri più in là neanche lo vedevo. E parte la frase fatta: ma quant’è piccolo il mondo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...