Bluff

Con il cazzeggio andante di questo periodo tutto si direbbe tranne che sto preparando un esame in due giorni – lascio immaginare il risultato.

(Se ci riesco posso aggiungere una tacca alla lista “superamento dei proprio limiti”, e anche a quella “episodi di spudorata finzione”.)

Annunci

8 pensieri riguardo “Bluff

  1. E quale materia d’esame si può preparare in due giorni? Fallo sapere….
    Io non ci credo e se è vero, mah…! Non oso fare commenti. Prima mi piacerebbe sapere cosa studi e quale esame specifico hai dato….
    Se state scherzando….ditelo

  2. No, non sto scherzando. Se c’è una cosa che l’università insegna è che tutto è possibile, ovviamente a determinate condizioni, le principali delle quali sono portare un programma ampiamente sforbiciato sperando nella fortuna e la accertata clemenza del professore/essa. In genere sono strategie che si applicano per esami già di per sé facili e molto spesso inutili, che servono solo a raggiungere crediti in un settore perché così è deciso nel piano di studi. In questo caso si trattava di un esame su Virgilio, senza traduzione dal latino, che prevedeva un programma assolutamente accessibile, accuratamente tagliato dalla sottoscritta, e una professoressa poco esigente.

  3. Nell’economia del tuo percorso di studi e di vita sarà sicuramente la scelta più giusta, però – lasciati dire – trattare così il grande Virgilio è un gran peccato……

  4. Sono d’accordo, trattare così diversi argomenti, non solo Virgilio, è un gran peccato. Ma io direi che tutto il sistema universitario italiano, e con esso anche il sistema di accesso al mondo del lavoro e in particolare dell’insegnamento, è un gran peccato, proprio in senso quasi religioso. Dopo tre anni di esperienza in questo mondo (e in confronto ad altre persone sono davvero poco), in tutta sincerità, non mi sento proprio in colpa per aver dato solo due giorni della mia vita a un esame di latino. Dipende anche dalle proprie aspettative, dai propri progetti e dalla valutazione delle proprie capacità. Bisogna scegliere in base a quello che si ha a disposizione, che spesso non è molto.
    Non so se questo modo di affrontare gli studi sia bene o male, probabilmente male, ma sicuramente fa bene al mio sistema nervoso. C’è chi si laurea in tre anni dando tutti gli esami in tempo, con professori esigenti e programmi impegnativi. Beati loro: non siamo tutti uguali.
    L’argomento comunque andrebbe affrontato in maniera più ampia e approfondita, cosa che non si può fare nei commenti di un post ridicolo come il mio; si potrebbe fare con il tempo e con diversi e ponderati interventi e forse lo farò, ma forse anche no.

  5. Sono perfettamente d’accordo con Susanna. Il problema è che nell’università italiana nessuno tratta con rispetto nulla. La lezione prima è: fare e sapere lo stretto indispensabile. Tanto nessuno esige proprio nulla, durante gli esami. Il che è un grandissimo male. Ma bisogna andare ancora più alla base e se ne può discutere a lungo.
    Motivo per cui, ampliare è solo cultura ed interesse personale. Quello che poi dovrebbe fare la differenza di uno tra tanti. Che per altro resta spesso molto personale.

  6. Trovo perfettamente normale quel che dice Susanna, a meno che uno passi il tempo a lisciare il pelo agli orsi… in tal caso, puoi pemetterti il lusso di approfondire un cestino di altre cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...