Il peso della cultura

 

 

I libri per un solo esame. Quello che devo dare tra una settimana.

 

 

Annunci

10 pensieri riguardo “Il peso della cultura

  1. Com’è l’insostenibile leggerezza dell’essere? Di Kundera ho letto un altro libro ma vorrei capire se cambia il suo stile da libro a libro.

  2. Di Kundera ho letto solo L’insostenibile leggerezza dell’essere, almeno per quanto riguarda la narrativa; ma stando ai suoi scritti teorici mi viene da pensare che il suo stile non cambi molto, e se cambia lo fa solo per una maggiore maturità di scrittura. Questo libro è considerato il suo “manifesto” e posso capire perché.
    A me è piaciuto molto, per quanto non si tratti proprio di un libro piacevole (non ha una trama che prende – anzi, quasi non ha trama – o personaggi accattivanti, né uno stile di scrittura in qualche modo originale) : è un libro per pensare. Molto introspettivo, particolare (uno dei capitoli è scritto a mo’ di lista di parole chiave, per dire) e non mi stupisce che per alcuni appaia inutile, come ho letto in qualche recensione, perché sembra non voler dire niente, non avere conclusione. Ma è proprio questo il punto: a Kundera non interessa dare risposte o esprimere verità assolute, perché non ne ha. Gli interessa indagare le possibilità dell’esistenza umana, in una realtà che è indeterminata e ambigua. L’autore sta lì e osserva, e cerca di interpretare quel che vede. Per me è affascinante.
    Spero di essere stata utile. Tu come stai? 🙂

  3. Più che utile. Io ho letto “L’identità” e diciamo che il suo modo di fare e di scrivere è sicuramente molto particolare. Avevo sentito dire che il suo manifesto come dici tu, era un pochino pesante e allora volevo un consiglio. Grazie! 🙂
    Io comunque sto fisicamente rilassata, moralmente in fase di ripresa. Tu? Tra esami e quant’altro?

  4. A dispetto del titolo, proprio leggero non è (e infatti è “insostenibile” :D) però per me merita, e non mi è “pesato” molto 😉
    Io avrei una certa voglia di essere rilassata e invece devo farmi sotto! Esami in vista, ma questa volta con le scadenze – e io odio le scadenze! Ma ce la posso fare!

  5. Anch’io non amo troppo le scadenze. La cosa fantastica è che mi sono andata a scegliere un mestiere che è tutto una scadenza ahahah

  6. Che bell’esame hai (anche se immagino la mole in rapporto al tempo)! A volte mi manca avere esami per i quali dover leggere. Ormai leggo davvero troppo poco e questo è male.
    In bocca al lupo!

  7. Si, almeno questo a Lettere ogni tanto deve pur capitare! Che si legga! Non succede poi così spesso – leggevo di più al liceo, incredibile ma vero.
    Certo è un bel po’ corposo e mi ha portato via quasi tutto agosto, ma non è stato tempo perso, anzi! Mi è piaciuto. Speriamo che la professoressa se ne accorga 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...