Perché l’armadillo? (cit.)

Purtroppo ho una brutta notizia: Zerocalcare si prende una terrificante pausa di riflessione, chiede il riposo del guerriero, chiama il time out, insomma ditela come vi pare (chi è Zerocalcare? Ne parlo molto sinteticamente qui). E proprio adesso che avevo trovato il libro! Ebbene sì, in una libreria-caffetteria di San Lorenzo (quantomipiaccionoqueipostiammé, nonostante stranamente non li abbia mai frequentati molto, anzi quasi per niente, non ce n’è stata l’occasione, strano, però mi piace troppo l’idea, insomma, ecco) era lì in bella mostra sul bancone: La profezia dell’Armadillo. Giusto in tempo, perché la quarta edizione è già esaurita. Il bello è che il libro è autoprodotto, nel senso che lo produce Makkox, per cui è Zero che si incolla gli scatoloni e li porta per librerie, il resto si vende online. Niente pubblicità, niente grande distribuzione: tutto passaparola – e blog, ovviamente. Ed è già finito, per la quarta volta! Delle due, l’una: o ne stampano trenta copie a edizione, oppure Zero ha fatto il botto.

E infatti adesso è impegnatissimo: talmente impegnato che ha deciso di non poter più seguire il blog come un tempo. Bonjour adolescenza lunga: già da questa settimana sono rimasta orfana della pagina del lunedì. Sniff. Spero riprenda presto, perché ha creato una dipendenza. E qualcuno gli ha fatto anche notare – giustamente, oserei dire – che trascurare proprio lo strumento che ti ha fatto conoscere… boh, forse sarebbe meglio trascurare qualche altra attività – mangiare e dormire, per esempio. Ma non ti preoccupare, Zero, ti perdoneremo per la tua insulsa ostinazione nel nutrirti e riposarti e uscire di casa. Soprattutto perché a uno che ti saluta così non puoi volere male. Anche perché nel frattempo sta scrivendo un nuovo libro, quindi va benissimo.

Intanto quel che resta è divorarsi il libro (sbafato in un’oretta sull’autobus di ritorno da Roma) e rileggersi le vecchie vigne, che fanno sempre più ridere, non c’è verso. Sono quelle che mi hanno accompagnato per un pezzo del periodo di scrittura-tesi. Per l’occasione rispolvero questa e la dedico a tutti i trentenni, una categoria che mi ha sempre incuriosito e che finisco sempre per incrociare (anche più spesso di quanto mi piacerebbe, a volte) e in particolare a un trentenne che conosco – uno a caso, eh.

Annunci

5 pensieri riguardo “Perché l’armadillo? (cit.)

  1. Come mai mi fischiano le orecchie, se il 26 agosto è ancora lontano?? Forse perché quella dei trentenni non è una fascia anagrafica ma una (curiosa!) categoria dello spirito, come Zerocalcare insegna?? Sotto il peso di questi inquietanti interrogativi, il trentenne in pectore prossimo venturo ringrazia sentitamente e anche un po’ commosso, per l’insolita veste di dedicatario 🙂
    Ma attenta, cara Susanna, i trent’anni ti attendono al varco, e quando meno te lo aspetti potresti ritrovarti senza saperlo in questa inquietante e affascinante terra di mezzo 😉 Nel frattempo, buon divertimento!

    1. Considerando che anche Zerocalcare è ancora un non-trentenne, il fatto che ti fischino le orecchie non è poi così strano! 😀
      Comunque, come ho già detto, la categoria dei trentenni mi ha già fatto diversi agguati… quel varco ad oggi mi perplime! Certo che sai come spaventare la gente 😀

  2. Ecco, io mi sento un po’ orfana così quando tu non scrivi più però capisco e ti perdono!
    E capisco èure Zerocalcare che proprio sa far ridere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...