Dicembre, 22

Non lo so se questo è amore, davvero non lo so, ma se proprio dovessi dare un nome a quello che sento, mi viene in mente solo questa parola, solo amore.

E non lo so se sarò capace, non so se basterà essere quello che sono, non so se riuscirò a ri-uscire, ogni volta, dalla paura di far del male, o di essere troppo felice – ché così sembra, a volte.

Però so che sono una persona diversa da un anno fa, e se c’è una cosa che dicono tutti è che l’amore cambia le persone. Se è vero, allora mi sa che sono innamorata.

(E sono amata, questo sì, di sicuro.)

Annunci

5 pensieri riguardo “Dicembre, 22

  1. Chissà se davvero basta mai essere quello che si è.

    Quello di cui sono certa è che l’importante è sentirsi diversi perché vuol dire averne fatta di strada.

    Penso spesso all’unico caffè che ho bevuto con te dietro piazza Navona e mi chiedo adesso di fronte a chi starei per esempio domani, quante storie avrebbe da raccontarmi. E il fatto di non riuscire a immaginarlo, mi rende felice.

    1. Sono passata per piazza Navona un paio di giorni fa. L’ultima volta che ci sono stata credo sia proprio quella, quella di quel caffè, che mi è tornata alla mente subito e intensamente. Sarebbe bello replicarla, chissà quante storie sentirei dalla Dorotea di oggi. Ti abbraccio e ti ringrazio 🙂

  2. Che bello leggere questa gioia che scivola fuori da ogni parola, e questo mutamento, che bello. L’ho visto negli occhi di amiche lontane e nei giorni di amiche vicine, quello che dici. Che bello 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...