Risvegli

La luce del sole che penetra nella stanza, morbida, attraversando foglie, vetri e tende. Apro gli occhi e potrebbe essere l’alba, invece è quasi il tramonto. Muovo i piedi nudi contro le lenzuola fresche, muovo la testa verso voci ovattate e lontane. Sul cuscino tracce di lacrime che non ricordavo di aver versato. Nella testa tracce di un sogno che si riverberano prima di svanire. Respiro.

La limpida serenità che si prova dopo aver concesso riposo a corpo e spirito, quando si è agito assecondando una richiesta interiore, aspettandosi di ottenere solo un po’ di tregua e invece si riceve quasi una rinascita, una guarigione.

Vorrei riuscire più spesso a guardare il mondo così, come fossi nel mio letto, circondata di bianco e di profumo di bucato, con la leggera sensazione e la segreta speranza che le lacrime vomitate prima di addormentarsi siano ormai andate, espulse, lontane, superate. Qualcosa del passato, rispetto al quale si può andare avanti, senz’ombra di fardelli nello stomaco.

Annunci

5 pensieri riguardo “Risvegli

  1. mi spiace commentare qua sotto con qualcosa che non c’entra niente, ma se ti fa piacere ho messo il tuo blog fra quelli nominati per il Liebster Award 😛 sei autorizzata a mandarmi a quel paese se ti scoccia! 😀

    1. 😀 ma scherzi? Non che ami particolarmente le catene di S. Antonio, anzi, ma questo tipo di catene sono benvenute! Ti ringrazio davvero per aver pensato a me 😀 😀 Ora però avrò bisogno dei miei tempi per rispondere 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...